Considerazioni sui contenuti video accessibili

In questa sezione, le considerazioni sull’accessibilità dei contenuti video sono suddivise in due parti:

 

Contenuti audio

Le persone imparano in modo diverso e molti studenti potrebbero ascoltare solo una parte del corso, senza guardare la parte video. Inoltre, gli studenti possono seguire il corso su un dispositivo mobile e affidarsi alle istruzioni e alle descrizioni audio. Gli studenti non vedenti o con perdita della vista potrebbero non riuscire a vedere i contenuti sullo schermo, limitandosi ad ascoltare l’audio. Allo stesso modo, gli studenti affetti da sordità o perdita dell’udito si concentreranno soprattutto sulle didascalie. Per rendere il tuo corso il più possibile accessibile assicurati che i contenuti possano essere trasmessi in maniera efficace attraverso l’audio e i sottotitoli. 

Fare in modo che i contenuti audio siano autonomi è una buona pratica nella creazione di corsi. Esistono tre metodi per rendere i contenuti audio dei tuoi video accessibili:

  • Spiegare gli elementi visivi delle tue presentazioni
  • Parlare in modo semplice e chiaro
  • Fornire sottotitoli

 

Spiega gli elementi visivi o ciò che stai facendo

Quando il contenuto visivo è importante per l’argomento trattato, è utile spiegare cosa c’è sullo schermo. Per esempio: 

Titoli e intestazioni

Leggi sempre il titolo delle tue diapositive all’inizio o nelle prime frasi pertinenti l’argomento. Dal momento che l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità stima che ci siano 295 milioni di persone con disabilità visive, di cui 43 milioni affette da cecità, le descrizioni visive possono fare una grande differenza per gli studenti.

 

Anziché dire: “Vi basterà leggere la diapositiva o il testo sullo schermo”.

Potresti dire: “Questa diapositiva illustra le tre aree principali che tratterò in questa sezione: produzione video, audio di alta qualità e formattazione dei PDF”.

 

Immagini e interazioni

Quando spieghi le immagini, evita le parole che si basano sulla vista, come il colore o la direzione, ad esempio: “fai clic sul quadrato” o “il riquadro sul lato sinistro della pagina” o “il testo scritto grande in blu”. 

 

Invece di dire: “Quindi basta fare così ed è a posto”. 

Spiega quello che stai facendo: “Seleziono l’intero paragrafo con il mouse, poi faccio clic sul pulsante ‘Allinea a sinistra’ per sistemarlo. In alternativa, avrei potuto selezionare l’opzione dal menu Formato”.

 

Inoltre, non saltare i passaggi quando spieghi le interazioni. 

 

Invece di: “Analizzo il codice linea per linea, e boom, ecco che sono nella routine!”

Spiega in modo chiaro il procedimento: “Ora analizziamo il codice premendo F7, dopo aver raggiunto il breakpoint nella routine. Avrei anche potuto scegliere il pulsante ‘Entra’ dal pannello di navigazione superiore”.

 

Parlare in modo semplice e chiaro

Devi partire dal presupposto che due terzi dei tuoi studenti conoscano la tua lingua come seconda lingua. Le figure retoriche, le espressioni idiomatiche, il gergo e lo slang possono essere difficili da interpretare per questi studenti. Il linguaggio dei tuoi contenuti audio deve essere chiaro ed evitare i colloquialismi per supportare il maggior numero possibile di studenti.

Parla lentamente e in modo attento, utilizzando un linguaggio semplice e chiaro. Prenditi il tempo necessario per introdurre nuovi argomenti e definire parole o acronimi sconosciuti. Questo aiuterà tutti gli studenti, soprattutto quelli che potrebbero aver bisogno di più tempo per capire il contenuto o leggere il testo.

 

Fornire sottotitoli

Secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità, 430 milioni di persone soffrono di perdite uditive invalidanti e molti si affideranno completamente ai sottotitoli quando seguiranno il tuo corso. Anche se forniamo sottotitoli e trascrizioni generati automaticamente per i corsi in inglese, spagnolo e portoghese, c’è un potenziale errore che dipende dalla qualità dell’audio, dalla terminologia tecnica e persino dall’accento dell’insegnante. È una buona pratica assicurarsi che sia tutto corretto, una volta che i sottotitoli automatici sono stati generati. I sottotitoli dovrebbero riflettere esattamente ciò che viene detto nei video.

  • Assicurati che tutti i nomi propri, il gergo particolare e il linguaggio tecnico siano visualizzati e scritti correttamente.
  • Includi qualsiasi parola di riempimento o intercalare, come “mmm” o “ops”, poiché la loro correzione o rimozione può creare dissonanza cognitiva per gli utenti che ascoltano l’audio e leggono i sottotitoli.

Per i corsi in lingue diverse dall’inglese, dal portoghese e dallo spagnolo, consulta la nostra documentazione di supporto per saperne di più su come caricare i tuoi sottotitoli.

 

Riepilogo delle best practice per creare contenuti audio accessibili

  • Cerca di fare in modo che lo script audio sia efficace anche da solo, come un audiolibro. Ove possibile, non far dipendere il tuo script dagli elementi visivi.
  • Quando un contenuto visivo non è ad uso decorativo, spiega ciò che viene visualizzato sullo schermo. 
  • Dai il tempo agli studenti di assorbire i contenuti. Parla a un ritmo misurato e non troppo veloce. Fai delle pause per dare tempo agli studenti di comprendere i contenuti, sia audio che visivi.
  • Usa un linguaggio semplice. Ricorri a frasi e paragrafi concisi. 
  • Usa parole semplici ed evita un linguaggio troppo informale o colloquiale, abbreviazioni e gergo. Inoltre, è meglio evitare metafore e modi di dire complicati. 
  • Usa un linguaggio chiaro e preciso e non esitare a ripetere per enfatizzare i punti chiave. Dire la stessa cosa in modi diversi può essere utile per migliorare la comprensione dei tuoi studenti.
  • Fornisci sottotitoli accurati per tutti i tuoi contenuti parlati.

 

Contenuti visivi

Presentare contenuti visivi curati e coesi è una parte importante di un corso, ma molti studenti hanno problemi visivi che vanno dalla miopia o dall’ipermetropia, al daltonismo rosso-verde, alla perdita completa della visione dei colori, alla visione sfocata o a tunnel e alla cecità. Seguendo alcuni principi di base, è possibile garantire che i contenuti visivi siano accessibili al maggior numero di persone possibile.

 

Stile e dimensione del carattere

  • Evita le LETTERE MAIUSCOLE nei passaggi più lunghi perché possono essere difficili da leggere per molte persone. Raccomandiamo di limitare l’uso delle maiuscole, tranne che per i titoli delle sezioni o nei casi in cui l’enfasi è importante per l’argomento. 
  • Assicurati che la dimensione del carattere sia grande abbastanza da essere visibile sugli schermi più piccoli dei dispositivi mobili. Consigliamo di usare una dimensione di almeno 12 pt, preferibilmente 14-16 pt.
  • Utilizza font accessibili ogni volta che è possibile per aumentare la leggibilità. La maggior parte dei font accessibili sono sans serif o sans. In particolare, Tahoma (sans serif), Verdana (sans serif) e Arial (sans serif) sono tra i font più raccomandati per quanto riguarda l’accessibilità. 

 

Colori

  • Fai riferimento ai contenuti in un modo che non dipenda dalla capacità di distinguere i colori. Gli studenti ipovedenti o daltonici possono avere difficoltà a comprendere un video o una risorsa che si basa sui colori o che ha un basso contrasto cromatico. 
  • Presta attenzione al contrasto dei colori perché dipende sia dalla tonalità (il colore) che dal valore (luminosità/oscurità). Ad esempio, le combinazioni di blu e giallo o di nero e giallo presentano un elevato contrasto poiché differiscono sia per la tonalità che per il valore. Tuttavia, le combinazioni di rosso-arancio e arancione hanno un basso contrasto poiché hanno tonalità e valori simili. Questa analisi online del contrasto cromatico può aiutarti a verificare che i tuoi rapporti di contrasto rientrino in intervalli accessibili. 
  • Immagina che i grafici o le tabelle del tuo video siano stampati in bianco e nero. La grafica sarebbe comprensibile da tutti? In caso contrario, utilizza delle etichette di testo oltre al colore per differenziare il contenuto.
  • Evita di utilizzare colori brillanti o fluo. I colori brillanti possono rendere la comprensione dei contenuti più difficile per gli utenti con difficoltà cognitive.

Altri esempi e raccomandazioni per un elevato contrasto di colori sono disponibili in questo articolo sulle considerazioni sull’accessibilità dei contenuti dei corsi.

Altro

  • La parola d’ordine è semplicità. Alcune persone potrebbero confondersi con una scena visiva complessa. Potrebbero non essere in grado di concentrarsi sul soggetto del video.
  • Evita contenuti che lampeggiano. I contenuti che lampeggiano velocemente (più di 3 volte al secondo), soprattutto se grandi e luminosi, possono causare crisi epilettiche nei soggetti fotosensibili. Ti consigliamo di evitare i contenuti in rosso che lampeggiano. 
  • Controlla l’ortografia e la grammatica. Gli errori di battitura o di grammatica possono distrarre lo studente dalla comprensione dei tuoi contenuti, soprattutto se la sua lingua principale è diversa dalla tua. Ciò può anche influire sull’impressione che si ha di te come insegnante. Ti consigliamo di utilizzare il controllo dell’ortografia e della grammatica sui tuoi materiali finali o di chiedere a un amico o a un collega di correggerli.

 

Riepilogo delle best practice per creare contenuti visivi accessibili

  • Evita di scrivere tutto in MAIUSCOLO.
  • Assicurati sempre che il testo e gli elementi grafici siano abbastanza grandi da poter essere letti da persone con deficit visivi o utilizzando schermi più piccoli. Usa dimensioni dei caratteri non inferiori a 12 pt. 
  • Utilizza caratteri accessibili.
  • Assicurati di utilizzare colori distinguibili l’uno dall’altro e assicurati che il contrasto cromatico tra contenuto e sfondo sia sufficientemente elevato. Evita di utilizzare colori brillanti o fluo.
  • Evita di usare solo i colori per trasmettere informazioni. 
  • Mantieni lo sfondo ordinato e usa un layout e un design puliti. Dovrebbe sempre essere chiaro come esplorare i tuoi contenuti.
  • Usa illustrazioni, icone e altri elementi visivi per integrare il testo, non per sostituirlo. 
  • Evita i contenuti che lampeggiano velocemente per ridurre il rischio di causare crisi epilettiche in studenti fotosensibili. 
  • Controlla l’ortografia e la grammatica.

 

Link ad altri articoli sull’accessibilità e sull’inclusività

Sei pronto a creare il tuo corso? Iniziamo!

Crea un corso